lunedì 5 maggio 2014

Come ti riciclo i pennarelli scarichi

I bambini usano i pennarelli.
I bambini usano pacchi e pacchi di pennarelli.
I bambini prima o poi scaricano tutti i pennarelli.
I bambini dimenticano spesso di rimettere il tappo e quindi i pennarelli si seccano.
I tappi di pennarello sono inventati per essere persi. E' così si scaricano altri pennarelli.
...e via ad acquistarne una scatola nuova...

Sembra una via a senso unico...ma forse...

C'è un modo per riciclare anche i pennarelli! Non costa nulla e non è dispendioso di tempo.

Attenzione: il tutotial che segue non vi solleverà dall'acquisto di nuovi pennarelli, non insegnerà ai bambini a chiuderli quando hanno finito di usarli, ne tanto meno impedirà ai tappi di rotolar via e nascondersi là dove nessuno mai più li trovi... (o finché non decidiate di traslocare e spostiate il divano...).
Questo tutorial farà divertire voi e i vostri bambini e farà loro sperimentare e toccare con mano che gli oggetti possono avere una seconda vita.  Direi un bel pensiero per un mondo che fa fatica a smaltire i rifiuti che produce...

 cosa fare:

Acquerello di pennarello riciclato




E' sufficiente mettere i pennarelli scarichi a testa in giù in un vasetto pieno d'acqua ed attendere, se volete potete aprirli ed estrarre la cartuccia, ma non è un'operazione indispensabile. Quelli che vedete li abbiamo fatti a scuola, dove si producono in quantità industriale pennarelli scarichi. Il numero dei pennarelli è proporzionale alla quantità di colore che volete creare, ad esempio in questo caso abbiamo usato i contenitori dei budini riempiti con acqua e una bella manciata di pennarelli, poi abbiamo atteso per 5 giorni.
Purtroppo non esistono vere e proprie dosi, si deve andare ad occhio seguendo la regola che più a lungo dura l'immersione e più intenso sarà il colore, inoltre non partite usando tanta acqua perchè rischiate di ottenere solo colori sbiaditi, meglio usare poca acqua all'inizio e in caso diluire il colore in un secondo tempo.

Questo colore può poi essere usato come acquerello, come tintura ad immersione per stoffe (meglio se cotone) o per legno non trattato (anche in questo caso consiglio di usare una tecnica di tintura ad immersione)

Procederò con gli esperimenti e farò sapere!




6 commenti:

decoriciclo ha detto...

Che bella ed utile idea! =)
Daniela

Roberta M ha detto...

Ciao! :) ottima idea per non sprecare nemmeno un minimo di colore. Se avessi il tastino follower mi aggregherei volentieri per poterti seguire piu' facilmente, comunque va bene anche cosi' :)
Un saluto.
Se ti va di passare questo e' il mio blog
http://lacasaecologicaroby.blogspot.ch/

Chia B. ha detto...

grazie del consiglio!... sono alle prime armi...
sono già passata nel tuo blog: delizioso! :)

Roberta M ha detto...

Pensa che io ho il blog da...forse 8 anni...sono pochi anni che ho capito come funziona :D e soltanto grazie agli altri blog e bloggerine!
Grazie ancora per i complimenti, anche il tuo non è affatto male! ;)
Ho provato a fare questo ri-utilizzo dei pennarelli...ma a mio figlio piacciono i colori belli intensi e degli acquerelli non gli importa molto :D

Chia B. ha detto...

Eh sì, se è un'amate delle tinte intense l'acquerello non è proprio adatto, ma sto facendo altri "esperimenti-tintura" che possono interessare più alle mamme...farò sapere

Roberta M ha detto...

Bene! :-) Allora attendiamo!

Posta un commento