giovedì 23 aprile 2015

Burro fatto in casa

Avete mai fatto il burro a mano?
A me è successo una bella manciata di anni fa, facevo le elementari e non ricordo come, né perché, ma facemmo il burro nella mia classe.
Questo ricordo era sepolto lì da qualche parte chissà dove...poi un paio di mesi fa quando coi bimbi della mia scuola eravamo concentrati su tutto ciò che si poteva fare con il latte, all'improvviso questo ricordo è balzato davanti ai miei occhi, nitido e chiaro come l'avessi fatto 5 minuti prima.
Pazzesco.
Non fidandomi troppo della mia memoria, prima di sperimentare in classe questo meraviglioso pasticcio, ho fatto una piccola prova a casa con G, che si ritrova a far da cavia a tutte le mie strambe idee, povera creatura...

E così abbiamo tentato!
Nei miei ricordi c'era la panna, una cosa che poteva essere una bottiglia e una biglia.
Noi però abbiamo usato la panna, un barattolo di vetro e un sasso  (le biglie sono state messe via quando S metteva in bocca di tutto e poi ho scordato dove le ho messe...chissà magari tra 25 anni mi torna in mente come è stato per il burro! Hi!Hi  )



Abbiamo aggiunto anche un pizzico di zucchero per renderlo più gradevole al palato di un bambino.
Golose...

Recuperati gli "attrezzi" bisogna versare la panna nel barattolo, riempirlo fino quasi all'orlo.
Tuffare il sasso nella panna.
Chiudere il coperchio.
S-C-U-O-T-E-R-E !




Per una bottiglia da 250 ml di panna sono serviti circa 15 minuti, ogni bambino ha fatto il suo turno a scuotere il barattolo, così non è stato faticoso per nessuno, mentre si scuoteva si cantava per mantenere il ritmo e non annoiarsi.

Inizialmente si formerà la panna montata, un po' meno spumosa di quella a cui siamo abituati, ma ugualmente gustosa (e se avete messo un po' di zucchero potete fare un pausa e assaggiarla!) .

Continuando a scuotere la panna vi accorgerete che il rumore del sasso ad un certo punto sembra quasi scomparire attutito dalla panna montata per poi ricomparire all'improvviso.
Quando tornerete a sentire il rumore del sasso aprite il barattolo e scoprirete che il vostro pasticcio ha cambiato consistenza, la parte grassa si è separata dalla parte liquida e apparirà più o meno così.



Filtrate il composto in un colino e mettete la parte solida in frigo per indurirsi, prima potete dare una forma con uno stampino se vi va.



La parte liquida si può usare per cucinare dei dolci, io purtroppo l'ho versata sul pavimento tra le risate dei miei alunni... maestra pasticciona!

Il nostro burro ha passato anche il test qualità di papà M, noto degustatore professionista in golosità.
Quindi ogni tanto lo rifarò per aumentare un po' il tasso di colesterolo di tutta la famiglia!

...spalmato sul pane caldo con una spolverata di zucchero...mmmmh...che bontà!







4 commenti:

kly1971 ha detto...

Da provare assolutamente!! io maniaca del tutto fatto in casa!
Ma... il sasso non rompe il vetro del barattolo?? dici che montando con le fruste non si ottiene lo stesso risultato senza faticare?? (pigra io!)..... :-D
Kly

Chia B. ha detto...

Il sasso era un sassolino della grandezza di una biglia e il barattolo era bello solido, quindi non ho fatto danni :)
Con le fruste volendo si ottiene lo stesso risultato con meno fatica,stai solo attenta che quando il grasso si separa dal liquido e diventa denso non faccia inceppare il motore per la fatica.
E poi non c'è paragone tra il gusto di quello fatto in casa e quello comprato...il primo è "pannoso", il secondo e "diluito"
Buon appetito!
ciao! :)

kly1971 ha detto...

Grazie Chia! allora chiedo in prestito una biglia ai miei cuccioli e mano all'opera!!
Buona serata!
Kly

kly1971 ha detto...

Ciao Chia! questa tua ricetta - attività mi ha conquistata e quindi l'ho nominata:
TuttoPerTutti - TOP OF THE POST 27 APRILE 2015
The best blog & blogger della settimana scorsa, secondo la mia modesta opinione!
http://tucc-per-tucc.blogspot.it/2015/04/tuttopertutti-top-of-post-27-aprile-2015.html

Kly

Posta un commento