lunedì 30 dicembre 2013

Hai voluto la carrozzina?

Cronache di una letargica che ha avuto in sorte una figlia diversamente dormiente


esempio di sonnolenza consapevole

S ha quasi 5 mesi
quindi sono quasi 5 mesi che non dormo
più gli ultimi due di gravidanza si arriva a 7

Giorni più e meno buoni.
Alcuni terribili.
I peggiori? Le ultime due settimane prima di Natale.

Stiamo attuando tante strategie diverse di 
riprogrammazione dell'hard disk di S, in modalità meno "nervosetta".
Abbiamo vagliato diverse strategie,
magari a mente più riposata riuscirò anche a raccontarle di modo che siano utili a qualcuno. 
(Ovviamente le strategie che prevedono l'abbandono del bambino urlante in una stanza da solo, 
non sono mai state prese in considerazione, neanche nei giorni peggiori).
Devo dire che dopo 3 giorni impossibili di lotta con la pulcinotta comincio ad intravedere la luce minuscola in fondo al tunnel...ma che fatica...

Amici e parenti continuano dirmi che è la mia punizione, perché G dormiva troppo 
(è tutt'ora una pisolona, in questo siamo davvero uguali!
Per dare una misura alla sua sonnolenza sappiate che a due anni e mezzo dormiva
12 ore di notte e 3/4 di giorno).

Forse aveva ragione Dante: è la legge del contrappasso.

Confesso di avere i miei bei momenti di sclero 
soprattutto indirizzati verso mio marito il cui udito selettivo gli permette di dormire,
 anche se ultimamente S riesce a scalfire anche il suo sonno!

Mi sto adattando a questa nuova dimensione del non-sonno
Il corpo in fondo si adatta e muta...?

Non parlerò del sonno dei bambini, dei rimedi, dei metodi, delle fasi.
Ci sono persone ben più illustri che hanno scritto libroni e libretti.

Racconterò quello che vivo sulla mia pelle e come cerco di sopravvivere a questo periodo
(perchè ancora spero che sia solo un periodo!).

Ecco cosa ti succede quando non dormi per lunghi periodi
appunti, problemi e soluzioni
per sopravvivere ad una lunga astinenza da sonno

1 EMICRANIA : già ne soffrivo, figuratevi ora...
 soluzione?  dormire di più (AH!AH!AH!AH!), doccia bollente, schiacciare la faccia su un cuscino, G che mi accarezza e dice "povela mamma", marito-pranoterapeuta che con le mani bollenti fa pressione sulla zona dolorante e quando tutto questo non funziona si va di ibuprofene...
2 AMNESIA:  finalmente ho una scusa per coprire le mie dimenticanze!!!!
soluzione?  niente soluzione, sfruttare questa scusa finché si può.  
3 INTONTIMENTO GENERALE
soluzione?  esistono caffè e cioccolato: ottimi sul breve e medio periodo. 
4 OCCHIAIA COSTANTE
soluzione?  amiche gentili che ti mentono ogni volta che ti vedono : "ma noooo! guarda, non si vede prooooprio che non dormi, hai un viso coooooooooosì riposato, sei un fiore  ---smile---"  
(nota per le amiche: mentite in modo meno vigoroso se no comincio a non crederci più, ma continuate a mentirmi...mi fa bene...).
5 DISLESSIA GALOPPANTE
soluzione? a questa non ho ancora trovato soluzione...di solito appena entro in contatto con altri umani dichiaro immediatamente la mia deficienza e si crea un contatto creativo: cercano di capirmi anche se dico parole che non hanno nessun senso nella stessa frase. Faccio tenerezza...
Fosre vi saretee accotri ceh mi captia anceh qundo scrivo...
6 ATTACCHI IMPROVVISI DI SONNO
soluzione? mettere le bambine in sicurezza e cedere agli attacchi. Non guido più la sera... 
7 INCAPACITA' DI CONTARE : l'altra sera non riuscivo a contare le polpette per dividerle nei piatti...
soluzione? evitare accuratamente i calcoli mentali, per fortuna esiste la calcolatrice. Non cucinare più le polpette.
8 VOGLIA DI URLARE
soluzione: urlare. Ogni tanto fa bene, poi mi scuso... anche un solo isolato urletto acuto fa bene all'anima
9 DIMAGRIMENTO COSTANTE: yuppie!  Almeno qualcosa di buono!

Da quando ho avuto S capisco sempre di più le ninne nanne popolari...
...ninna nanna ninna oh, questo bimbo a chi lo do...lo darò all'uomo nero...alla befana...
(per fortuna in quella della mia mamma c'era il lieto fine: lo darò alla sua mamma che lo porta a far la nanna... AH!AH!AH!AH! pura ironia AH!AH!AH!AH! )
E che dire di bolli bolli pentolino, fa la pappa al mio bambino, la rimescola la mamma, mentre il bimbo fa la nanna, fa la nanna bimbo mio o la pappa scappa via
...geniale!!! Qui si arriva addirittura al ricatto...

Verranno tempi migliori...
?

2 commenti:

Annarita Pinto ha detto...

Che spasso questo post, sono capitata qui con il didò che mia ha incuriosita, ho girovagato un pò e mi son soffermata sul tuo racconto e sui tuoi consigli. Di una simpatia unica, complimenti è stato divertentissimo leggerlo, premetto già ci sono passata e so molto bene che significa, quindi capisco a pieno cosa vuol dire passare notti insonni. Bellissima anche l'idea del didò, i bambini lo adorano e io sono abbastanza contraria a quelli acquistati, quindi ottimo quello fatto in casa e grazie per i consigli :-)

Chia B. ha detto...

grazie!
per sopravvivere alla mancanza di sonno ho scoperto che l'umorismo è un'ottima medicina, senza sarei davvero persa...verranno tempi migliori...

Posta un commento